Corsica e Capraia: la rotta dei delfini a vela

Parti per un viaggio di puro contatto con la natura, per vivere il mare al 100%. Dopo una prima traversata raggiungeremo la fiera Capraia e poi laggiù, indimenticabile e bellissima, la Corsica. Sarà una settimana di veleggiate nel santuario dei cetacei, un itinerario fuori dal comune con imbarco comodo dalla costa toscana.

630 €

7 giorni / 6 notti

periodo

Dal 27 maggio al 30 settembre

informazioni quota

Imbarchi individuali
€ 630 dal 27/05 al 14/07
€ 750 dal 15/07 al 01/09

 

PER INFO E PRENOTAZIONI: Jonas Vacanze Ecologiche – Tel. (+39) 0444 303001- email: infovacanze@jonas.it

La quota comprende

Sistemazione in cabine doppie, tender, equipaggio, assicurazione medica, bagaglio, pulizie finali, programma di viaggio.

La quota non comprende

Viaggio fino all’imbarco, tassa di soggiorno/sbarco, cambusa, marina, carburante

Highlights

Capraia, Cala Rossa, Cala dello Zurletto e Zurlettino, Cala San Francesco e la Grotta, Capo Corso e le spiagge di Macinaggio, isola della Giraglia, Sentiero dei Doganieri, Saleccia e Mortella, il Desert des Agriates, isola della Finocchiarola

PER INFO E PRENOTAZIONI

Jonas Vacanze ecologiche

INDIRIZZO:

Corso Padova 145 – 36100 Vicenza

Telefono:

04 44 30 30 01

Email:

infovacanze@jonas.it

Sito web:

Itinerario in giornate

Giorno 1

Siamo pronti ad iniziare questa avventura imbarcando intorno alle 9 da Livorno o porti limitrofi, facciamo cambusa e prima dell’ora di pranzo siamo pronti a partire. Raggiungere Capraia sarà emozionante, grazie ad una navigazione di 6-7 ore e alla possibilità di avvistare qualche delfino, balena o capodoglio. La bellezza di Capraia s’intravede già da lontano, fiera dominatrice di un mare cristallino che ha plasmato le sue coste in infinite calette e scogliere, cosparse di cisto marino, erica e corbezzolo. Buttiamo l’ancora davanti ad una delle rade più suggestive e godiamoci la prima notte in barca.

Giorno 2

Dopo una buona colazione approfondiamo la conoscenza dell’isola di Capraia dal punto di vista del relax, scegliendo calette incontaminate per fantastici bagni. Cala Rossa è la baia più famosa e spettacolare e sarà un piacere tuffarsi nelle sue acque limpide e ammirare la scogliera perfettamente divisa tra la roccia rossa e quella più chiara. Altre spiaggette degne di nota sono Cala dello Zurletto e Zurlettino, imperdibili per gli amanti delle immersioni, così come Cala San Francesco e la Grotta. Per cena possiamo scegliere un ristorantino tipico o goderci una dolce notte stellata dormendo in rada.

Giorno 3

E’ il gran giorno, andremo a scoprire perchè i Greci chiamavano la Corsica Kalliste, la più bella. La traversata ci permette di approfondire la vita in barca facendoci scoprire termini come drizze, scotte e randa; ma chi non ha voglia può tranquillamente appollaiarsi a prendere il sole o leggere un bel libro al vento. Nel pomeriggio raggiungeremo Capo Corso e le spiagge di Macinaggio o Barcaggio, per un tuffo rinfrescante in un mare caraibico. Alla sera non c’è di meglio che godersi la Corsica dal mare con una cena, perchè no, al lume di candela.

Giorno 4

Che ottimo risveglio a Capo Corso! Un luogo magico con caratteristiche peculiari rispetto al resto dell’altra Corsica. Da qui facciamo rotta verso Nord lasciandoci incantare dal paesaggio circostante: fari, torri genovesi a picco sul mare e la splendida isola della Giraglia. Se il tempo ce lo permette, ormeggeremo nel piccolo porto dei pescatori di Centuri: un paese-scrigno dove potremo gustare le migliori aragoste del mondo! Chi è in vena di trekking può percorrere il Sentiero dei Doganieri, splendido esempio di storica via di transito recuperata dal passato, che si estende su tutto il nord di Capo Corso, chi è più pigro può stare a bordo dilettandosi a cucinare qualche manicaretto per la cena.

Giorno 5

Ci gustiamo una giornata di relax tra le spiagge paradisiache di Saleccia e Mortella. Possiamo decidere di scendere fino a raggiungere, a sud, il Desert des Agriates. Passeggiando ci troveremo immersi nella macchia mediterranea compatta e dall’intensa profumazione di timo e mirto, che arriva a lambire spiagge bianche e acque paradisiache. Nel pomeriggio invertiamo la rotta e, con il sole alle spalle, navigheremo alla ricerca di una bella baia dove passare la notte, magari Tamarone o quelle dell’isola della Finocchiarola.

Giorno 6

E’ tempo di lasciare la meravigliosa terra corsa e farci spingere dal vento verso le coste toscane. La brezza marina sulle vele, i gabbiani che ci faranno compagnia e gli amici delfini al nostro fianco renderanno la traversata un momento di piacevole relax. Sarà la bellezza dell’isola di Capraia, avvistata improvvisamente all’orizzonte, a darci il benvenuto e ad accoglierci per l’ultima notte da trascorrere sotto un meraviglioso cielo stellato.

Giorno 7

Rientriamo con un’ultima veleggiata al nostro porto di partenza. E’ purtroppo finita questa meravigliosa esperienza in barca e già abbiamo voglia di progettare la prossima!